Assicurazione

La legge obbliga tutti gli istituti, di qualsiasi ordine e grado, a stipulare una polizza assicurativa con l'Inail che copra gli infortuni e gli incidenti connessi all'attività tecnico-laboratoriali, all’educazione fisica, alle attività extracurriculari e ai viaggi di istruzione e tutto ciò che rientra nel piano formativo della scuola. 

Lo scopo è prevenire responsabilità civili imputabili direttamente alla scuola, che si troverebbe a dover pagare risarcimenti e danni sostanziosi.

 

Alla polizza Inail si associa una seconda  assicurazione scuola a cui ciascun istituto deve provvedere assieme ai genitori con una compagnia assicurativa privata. 

Si tratta di una formula  integrativa rispetto a quella obbligatoria e l'onere del premio ricade direttamente sui genitori. Le famiglie sono obbligate alla sottoscrizione della polizza che copre tutto ciò che non rientra nella formula Inail, comprendendo quindi gli infortuni che avvengono in aula al di fuori delle attività didattiche, gli incidenti causati, ad esempio, dai litigi fra gli alunni, dagli scivoloni durante la ricreazione: insomma gli incidenti non strettamente legati alle attività laboratoriali o durante le ore di educazione fisica, ma direttamente riferibili all'ambiente scolastico.

Ben diversa è l' assicurazione prevista per il  corpo docente e per il personale scolastico (cosiddetto ATA), in quanto essendo dipendenti di una pubblica amministrazione, godono della copertura Inail contro gli infortuni. La stessa Inail ha precisato l'ambito assicurativo che si riferisce ai danni relativi all'utilizzo di specifiche apparecchiature e agli incidenti avvenuti durante le attività di esercitazione, includendo  anche i viaggi di istruzione. Molti siti specializzati nel settore propongono assicurazioni integrative volte a tutelare l'attività professionale svolta dagli insegnanti e dai dirigenti scolastici.

Scheda informativa assicurazione integrativa