Orientamento scolastico

La continuità formativo-educativa tra i diversi ordini di scuola viene valorizzata al fine di:

  • creare una situazione di benessere psico-fisico, tale da favorire l’apprendimento e stabilire relazioni positive con gli alunni;
  • conoscere l’ambiente familiare e socio- culturale degli alunni;
  • conoscere il loro “retroterra” scolastico (abilità di base, capacità, potenzialità, ecc); 
  • affrontare gli eventuali casi di dispersione scolastica attraverso la collaborazione sinergica fra alunni, docenti e famiglie (per la secondaria di primo grado).

RACCORDO ASILO NIDO - SCUOLA DELL'INFANZIA

Il progetto di continuità educativa ha come scopo quello di favorire il passaggio dei bambini e delle loro famiglie dall'asilo nido alla scuola dell'infanzia. La continuità tra asilo e nido e scuola dell'infanzia è caratterizzata da:

  • condivisione del profilo personale del bambino: il profilo è uno strumento volto ad osservare ogni bambino in base al suo temperamento, alle sue competenze cognitive, motorie e socio-emotive;
  • incontri tra educatori ed insegnanti: gli incontri avvengono prima del passaggio per condividere l'osservazione del bambino e dopo il passaggio per fornire alle educatrici un feedback sull'inserimento. Con il gruppo inclusione si organizzano "Progetti Ponte" per bambini con disabilità;
  • percorso con i bambini: attività, laboratori e condivisione di esperienze tra i bambini dei due ordini di scuola;
  • percorsi di formazione: percorsi formativi su temi condivisibili per sostenere lo sviluppo dei bambini e comunicare con i genitori in maniera empatica;
  • incontro con le famiglie: momenti di confronto e scambio tra genitori provenienti dall'asilo nido, educatrici ed insegnanti della scuola dell'infanzia su tematiche riguardanti lo sviluppo e i touchpoints evolutivi.

RACCORDO SCUOLA DELL'INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA - SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO

La continuità tra questi tre ordini di scuola è caratterizzata da alcuni passaggi comuni:

  • confronto e condivisione organizzati e funzionali, sia a livello progettuale, sia per quanto concerne gli aspetti peculiari, tra i diversi ordini di scuola;
  • individuazione di alcune prove d'ingresso comuni; 
  • incontri funzionali alla formazione delle classi prime; 
  • organizzazione di giornate dell’accoglienza e momenti di tutoraggio, anche peer to peer; 
  • assemblee con i genitori degli alunni dei nuovi iscritti; 
  • colloqui individuali con le famiglie; 
  • inserimenti graduali concordati con ciascuna famiglia (scuola dell'Infanzia).

STRATEGIE DI ORIENTAMENTO

Per quanto concerne le strategie di orientamento formativo la scelta della Scuola Secondaria di II grado rappresenta la prima occasione di responsabilità da parte dei ragazzi della Scuola Secondaria di I grado, una decisione importante che, per questo motivo, deve essere fatta in modo ponderato e con molta sensibilità e attenzione. I genitori, consigliati dai docenti, cercano di aiutare i ragazzi a capire quali siano le loro qualità, abilità, attitudini ed interessi in modo che possano "orientarsi" verso ciò che gli interessa o verso ciò in cui meglio riescono. 

In sintesi l'attività di orientamento si esplica attraverso il seguente percorso:

  • gli alunni sono invitati a riflettere sulle proprie aspettative e attitudini, oltre che sulle possibili scelte scolastiche. Il lavoro è condotto dal docente di cittadinanza che collabora con i docenti del Consiglio di Classe e i referenti della Commissione per l'Orientamento; 
  • gli alunni vengono informati dei Campus di Orientamento organizzati dalle scuole del territorio; in tale occasione gli allievi delle classi terze e le loro famiglie potranno incontrare docenti e alunni degli istituti superiori del territorio per chiedere notizie, ricevere materiale informativo, soddisfare curiosità sui diversi indirizzi di studio; 
  • per i passaggi di grado si manterrà una comunicazione tra le diverse figure coinvolte nel raccordo per ottimizzare il percorso di inclusione e, quando necessario e possibile, verranno attivati dei progetti "ponte" finalizzati a far conoscere il nuovo contesto scolastico: nido, infanzia, primaria, secondaria di primo e secondo grado; 
  • gli alunni saranno informati delle date degli open day organizzati dalle scuole secondarie presenti sul territorio; 
  • la nostra scuola organizza, inoltre, laboratori elettrico-informatici in collaborazione con AFOL metropolitana; 
  • le referenti dell'orientamento organizzeranno un incontro informativo per i genitori; nei mesi di dicembre e gennaio le referenti della Commissione Orientamento attiveranno uno sportello rivolto a genitori ed alunni per eventuali chiarimenti; 
  • il Consiglio di Classe consegnerà alle famiglie e all'alunno, nel mese di dicembre, il Consiglio Orientativo riguardo alla tipologia di istituto superiore più adatto in relazione alle caratteristiche emerse del proprio figlio; 
  • nei mesi di gennaio e febbraio i genitori provvedono ad iscrivere i propri figli alla scuola superiore, seguendo la procedura online. Dopo l'invio della domanda lo studente è ufficialmente iscritto alla scuola superiore. Anche se si intendesse iscrivere il /la proprio/a figlio/a in una scuola paritaria o legalmente riconosciuta, va comunque eseguita l'iscrizione online; 
  • la scuola si mette a disposizione per aiutare le famiglie nella compilazione online e verifica che tutti gli alunni completino l'iscrizione ad una scuola secondaria di secondo grado; 
  • a fine giugno, dopo aver superato l'esame di Stato, deve essere confermata l'iscrizione nella scuola superiore scelta. Eventuali cambiamenti o ripensamenti nella scelta della scuola superiore, devono essere comunicati alla segreteria dell'IC Montessori.

Orientarsi: il percorso dopo la Secondaria di I grado

Orientarsi: normativa