Valutare alla Secondaria

CRITERI DI VALUTAZIONE COMUNI

  • finalità formativa
  • validità, attendibilità, accuratezza, trasparenza, equità
  • coerenza rispetto agli obiettivi di apprendimento previsti dai piani di studio
  • valorizzazione dei processi di apprendimento oltre che degli esiti
  • coerenza della valutazione con il profilo di sviluppo dell’alunno
  • valenza formativa 

I criteri individuati devono essere di riferimento: 

  • nella valutazione in itinere (formativa); 
  • nella valutazione periodica e finale (sommativa); 
  • nell’esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione. 

La valutazione non intende prendere atto di un successo o un insuccesso dell’alunno, ma mira ad individuare delle possibili aree di miglioramento e alla conseguente riorganizzazione della programmazione o delle strategie organizzative e/o comportamentali. 

La valutazione è riferita alla realtà specifica del singolo alunno, valutato non attraverso il confronto con gli altri compagni, ma rispetto al personale percorso formativo.